slideshow 16 slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 0 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

Il Gruppo Interdivisionale di Chimica Organometallica (GICO) della Società Chimica Italiana si propone di riunire i ricercatori, operanti in ambito organico ed inorganico, che portano avanti ricerche centrate sulla preparazione, lo studio delle proprietà, della struttura e della reattività di derivati organometallici.

Un po’ di storia

Il Gruppo Interdivisionale di Chimica Organometallica fu fondato all’inizio degli anni ‘90 per iniziativa di un gruppo di colleghi inorganici guidati da Luciano Milone (Torino) e, in occasione del Congresso Interdivisionale della Società Chimica Italiana a Chianciano (CISCI 91), l’assemblea dei soci della Divisione di Chimica Inorganica, promotrice dell’iniziativa, elesse come Coordinatore Nazionale Luigi Busetto (Bologna). La formalizzazione come Gruppo Interdivisionale della SCI avvenne nel 1992 e il primo Coordinatore Nazionale durò in carica per il triennio 1992-94. Il GICO trovò subito l’adesione di importanti ricercatori anche dell’area organica, come dimostrato dalla sequenza dei Coordinatori Nazionali: Stefano Maiorana (Milano), Achille Panunzi (Napoli), Sandro Cacchi (Roma), Pierluigi Rigo (Udine), Francesco Sannicolò (Milano), Marino Basato (Padova), Antonella Dalla Cort (Roma) e attualmente Fabio Ragaini (Milano).

Attività

Il Gruppo è molto attivo e organizza un  congresso biennale, CoGICO, a cui si registra sempre una  elevata partecipazione. L’ ultimo di tali congressi è stato tenuto a Genova nel 2016, mentre il prossimo si terrà a Firenze nel Luglio 2018. Nel corso del congresso vengono conferiti due riconoscimenti (Premio GICO senior e Premio Bonati) a due ricercatori che si siano distinti per le ricerche nel settore. Il congresso del GICO si alterna con l’importante International School of Organometallic Chemistry, che ha una consolidata reputazione internazionale ed è giunta l’ anno scorso alla sua  decima edizione (ISOC-2015, Camerino 5-9 Settembre 2015, http://d7.unicam.it/isoc/). La scuola è riconosciuta dalla EuCheMS come propria scuola ufficiale di organometallica.  Il Gruppo collabora inoltre all’organizzazione della Scuola Nazionale per Dottorandi di Chimica Inorganica, che è dedicata ogni tre anni alla chimica organometallica.

Non c’è dubbio che l’organometallica rappresenti un settore molto importante della chimica come dimostrato anche dall’assegnazione negli anni del premio Nobel per la Chimica a grandi scienziati che operano in tale campo quali Grubbs, Schrock e Chauvin (2005) ed Heck, Negishi e Suzuki (2010).

Le conoscenze di sintesi organica e del comportamento chimico dei metalli, che sono alla base della nostra disciplina, hanno permesso inoltre una estensione  a settori nuovi che spaziano dalle Scienze dei Materiali, alle Nanotecnologie, alla Biochimica e all’Energia.

Il gruppo GICO  nasce per  incrementare le potenzialità della Chimica Organometallica del nostro paese, favorendo lo scambio di informazioni tra i differenti gruppi che operano in Italia e la realizzazione di progetti comuni che utilizzino e sviluppino le competenze interdisciplinari diffuse fra i ricercatori del settore.

Il GICO è uno dei gruppi interdivisionali più numerosi della SCI e fa capo, da un punto di vista amministrativo, alla Divisione di Chimica Inorganica.

Il Gruppo ha da poco una pagina Facebook aperta, consultabile all'indirizzo https://www.facebook.com/GICO2016/

 

 
 

Copyright © 2012 Società Chimica Italiana. All Rights Reserved.