slideshow 16 slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 0 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

Maurizio Botta

Messaggio SCI-List di Francesco de Angelis, 3 agosto 2019

Maurizio Botta non è più tra noi. Ci ha lasciati ieri sera. Fratello per me,
più che amico, durante gli anni trascorsi insieme a studiare per la laurea, e
poi le nostre prime ricerche, insieme per tanti anni ancora. Con il pianto nel
cuore, e così come mi ha chiesto il fratello Bruno, sono io a dare a voi tutti
quell'annuncio che mai avrei pensato di dover dare. Maurizio è stato un
grande ricercatore, lungimirante, determinato; scienziato stimato in Italia, in
Europa, negli Stati Uniti. Lo testimoniano le alte vette da Lui raggiunte nelle
scienze chimiche, nella letteratura scientifica. Lo dirà  meglio chi, più di me
nel Suo settore della Chimica Farmaceutica, conosce i vertici internazionali da
Lui raggiunti. Maurizio, un grande Maestro per i suoi tanti allievi, di ieri e
di oggi, che Lo ricorderanno con gratitudine e come esempio, un riferimento per
tanti Suoi colleghi, un caro amico molto amato per me. Franco De Angelis

 

Messaggio SCI-List di Gianluca Sbardella, 3 agosto 2019

Car tutti, ritengo opportuno condividere con l'intera comunità  il messaggio
che ho già  inviato ai soci della Divisione di Chimica Farmaceutica: Cari soci,
come molti di voi hanno già appreso, ho l'ingrato compito di comunicarvi la
triste notizia della prematura scomparsa del Prof. Maurizio  Botta. Per
moltissimi di noi non serve ricordare chi fosse il Prof. Botta e quanto abbia
contribuito alla Chimica Farmaceutica italiana e alla sua immagine nel mondo.
Per i pochi che non avessero avuto l'occasione di conoscerlo, voglio ricordare
che il Prof. Botta è stato uno studioso di elevato profilo scientifico, autore
di oltre 400 pubblicazioni, 25 patents e 10 contributi in volume in vari campi
della Chimica Farmaceutica, tra cui quello degli antivirali e degli
antitumorali, in cui ha dato un significativo contributo all'avanzamento delle
conoscenze. Anche per questo l'avevamo proposto come chair della sessione
sugli antitumorali dell'International Symposium on Medicinal Chemistry della
EFMC che di terrà nel 2020 a Basilea. Maurizio era membro dell'International
Advisory Board del Journal of Medicinal Chemistry, Journal of Chemical
Information and Modeling e di ChemMedChem, nonchè Associate Editor di ACS
Medicinal Chemistry Letters. Come tale, di recente aveva promosso e curato uno
special issue dal titolo "Highlighting Medicinal Chemistry in Italy". Negli
anni era stato Direttore dell'ex-Dipartimento Farmaco-Chimico-Tecnologico e
Preside della Facoltà di Farmacia dell'Università  di Siena. Era anche
professore aggiunto presso lo Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular
Medicine, Center for Biotechnology, College of Science and Technology, della
Temple University of Philadelphia (PA, USA). Alla fine degli anni 80 da Roma
si trasferì a Siena insieme al Prof. Federico Corelli, insieme al quale diede
un forte contributo allo sviluppo della sede, organizzando molti eventi che,
negli anni, guadagnarono la ribalta internazionale. Tra tutti, cito il
Laboratorio di Metodologie Sintetiche in Chimica Farmaceutica, i due workshop
European Workshop in Drug Synthesis e European Workshop In Drug Design, la prima
edizione del meeting congiunto tra EFMC e Medicinal Chemistry Division
dell'ACS, tenutosi a Siena nel 2007.  Il Prof. Botta è stato per moltissimi
anni uno dei punti di riferimento non solo per la sede di Siena ma per
l'intera Divisione di Chimica Farmaceutica, del cui Consiglio Direttivo è
stato membro dal 1998 al 2004. Con la sua attività di ricerca e didattica e con
l'impegno nell'ambito della Divisione, ha inciso significativamente sullo
sviluppo delle Scienze chimico-farmaceutiche in Italia. Per questi motivi, nel
2014 era stato insignito della prestigiosa Medaglia "Piero Pratesi".
Personalmente, con Maurizio ho condiviso per molti anni la passione per la
chimica delle pirimidine e per la ricerca sugli antivirali. Ma, al di là  di
questo, mi piace ricordare l'uomo e il suo carattere unico, gioviale e anche
schietto, con cui spesso ho riso, spesso discusso e, a volte anche litigato,
sicuro che poi sarebbe tutto finito in qualche battuta in "romanesco".
Pensavo e speravo ci fosse ancora occasione di farlo, ma evidentemente ho avuto
torto. Alla famiglia, al fratello Bruno, ai figli Lorenzo e Giorgia, ai
collaboratori che lo hanno affiancato negli anni e ai colleghi
dell'Università di Siena esprimo il sentito cordoglio del Consiglio Direttivo
della Divisione di Chimica Farmaceutica e mio personale. Un saluto, Gianluca

 

Messaggio di Rosario Nicoletti, 4 agosto 2019

Apprendo con dolore la prematura scomparsa di Maurizio Botta, un collega ed amico, al quale ero legato da molti anni di lavoro comune, che hanno avuto inizio quando era da poco laureato.  Stimavo Maurizio per  l’intelligenza e l’entusiasmo nel lavoro:  era un giovane pieno di curiosità e felice di affrontare nuovi argomenti.  Ho seguito la sua brillante carriera, ricca di meritati successi.  Addio Maurizio, ti ricorderò sempre con affetto.  

 

Messaggio di Domenico Spinelli, 4 agosto 2019

La scomparsa, tragica ed inattesa, di Maurizio ha colpito tutti noi. Con Lui è andato via un Ricercatore di alto livello, ma io piango la perdita di un Amico carissimo.

Sono affettuosamente vicino alla Sua famiglia

Mimmo Spinelli

Copyright © 2012 Società Chimica Italiana. All Rights Reserved.