slideshow 16 slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 0 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

La Chimica & L'Industria - Mostra Rivista

Anno 2018, Numero 2
Torna al Catalogo

Per accedere ai numeri on line sfogliabili, clicca qui

 

Scarica il numero intero

accesso riservato ai soci

Sommario

accesso libero

Editoriale

LA CHIMICA COMPUTAZIONALE NELLA PROGETTAZIONE, NELL’OTTIMIZZAZIONE E NELLA SPERIMENTAZIONE DEI FARMACI. UN FUTURO ROSEO PER UNA DISCIPLINA MATURA

di Gabriele Costantino

accesso libero

Chimica & Farmaceutica

L’INFLUENZA DEL TEMPO NEL COMPORTAMENTO MOLECOLARE: UN’INTRODUZIONE ALLA DINAMICA MOLECOLARE

di VERONICA SALMASO, STEFANO MORO

Non c’è vita senza tempo… e questo è sicuramente vero anche a livello molecolare. In questi ultimi anni, sta diventando sempre più forte la consapevolezza che per rappresentare in maniera realistica la struttura di un sistema molecolare e per poterne calcolare in maniera accurata alcune delle sue proprietà, tale struttura deve poter essere influenzata dalla coordinata tempo. Le tecniche computazionali di dinamica molecolare hanno proprio questo come loro obiettivo principale.

accesso riservato ai soci

Chimica & Farmaceutica

PREDIZIONE DI PROPRIETÀ ADME/PK NELLA RICERCA DI NUOVI FARMACI

di ALFONSO POZZAN, STEFANO FONTANA, SIMONE BRAGGIO

Le proprietà ADME/PK di un potenziale farmaco devono essere tali da poter garantire una presenza sufficiente (per tempo di residenza e per concentrazione) in corrispondenza del sito d’azione del principio attivo. E questo a fronte di un dosaggio sufficientemente basso da limitare ogni effetto indesiderato. Allo scopo di aumentare la probabilità di ottenere molecole con queste caratteristiche la predizione delle proprietà ADME/PK diventa di fondamentale importanza.

accesso riservato ai soci

Chimica & Farmaceutica

VALUTAZIONE QSAR DI IMPUREZZE GENOTOSSICHE

di SIMONA KOVARICH, MANUELA PAVAN, ARIANNA BASSAN, ELENA FIORAVANZO

La linea guida ICH M7 promuove l’uso delle metodologie (Q)SAR per la valutazione del potenziale genotossico delle impurezze di principi attivi farmaceutici. La valutazione computazionale consente uno screening delle impurezze attuali e potenziali ottimizzando tempi e costi della sperimentazione.

accesso riservato ai soci

Chimica & Farmaceutica

RELAZIONI PK/PD NELLA PREDIZIONE DELLE DOSI PER FASE CLINICA

di FRANCESCO FIORENTINI

Lo studio modellistico traslazionale delle correlazioni PK/PD consente di incrementare la probabilità di successo nella ricerca di nuovi farmaci, particolarmente nel passaggio alla sperimentazione clinica. Esempi specifici sono presentati per la predizione della dose di farmaco clinicamente attiva.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

GIORNATE DI CHIMICA ANALITICA IN MEMORIA DEL PROF. FRANCESCO DONDI. RECENTI SVILUPPI IN SCIENZA DELLE SEPARAZIONI E IN BIOANALITICA

di ALBERTO CAVAZZINI

Le giornate di Chimica Analitica dedicate alla memoria del prof. Francesco Dondi si sono svolte lo scorso luglio 2017 presso l’Università degli Studi di Ferrara.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

NUOVE FASI STAZIONARIE CHIRALI PER SEPARAZIONI ULTRAFAST: ASPETTI CINETICI

di MARTINA CATANI, OMAR H. ISMAIL, SIMONA FELLETTI, FRANCESCO GASPARRINI, ALBERTO CAVAZZINI

In questo studio sono state confrontate le performance cinetiche di colonne impaccate con particelle totalmente porose e core-shell funzionalizzate con lo stesso selettore chirale, combinando misure sperimentali per la determinazione dei coefficienti di diffusione a modelli di diffusione in un mezzo poroso. I risultati hanno dimostrato che la colonna core-shell è la meno efficiente per la separazione del secondo enantiomero, a causa di un importante contributo all’allargamento di banda dato dalla diffusione eddy e dalla cinetica di adsorbimento-desadsorbimento.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

NUOVE FASI STAZIONARIE CHIRALI PER SEPARAZIONI ULTRAFAST: ASPETTI TERMODINAMICI

di SIMONA FELLETTI, MARTINA CATANI, OMAR H. ISMAIL, FRANCESCO GASPARRINI, ALBERTO CAVAZZINI

In questo lavoro sono state studiate tre colonne impaccate con particelle fully porous e core-shell funzionalizzate con un selettore chirale Whelk-O1. È stata effettuata la caratterizzazione di queste fasi attraverso la costruzione di isoterme di adsorbimento assolute e di eccesso, al fine di completare le informazioni ottenute attraverso misure cinetiche di trasferimento di massa.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

ELETTRODI STAMPATI E SOSTENIBILITÀ

di STEFANO CINTI

L’elettroanalisi e gli elettrodi stampati offrono dei metodi analitici alla portata di tutti senza necessitare di strumentazioni sofisticate. L’esempio più evidente è rappresentato dalle “striscette” che i diabetici utilizzano quotidianamente per monitorare la glicemia. Tuttavia, l’utilizzo della carta per produrre queste striscette consente di renderli più semplice da utilizzare, consentendo di ridurre l’impatto economico ed ambientale.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

QUALITY BY DESIGN IN ANALISI FARMACEUTICA

di BENEDETTA PASQUINI, SERENA ORLANDINI, SANDRA FURLANETTO

L’approccio Quality by Design è stato applicato allo sviluppo di un metodo CZE con aggiunta di ciclodestrina per la determinazione della purezza enantiomerica e delle impurezze del farmaco calciomimetico cinacalcet. L’uso combinato di varie tecniche analitiche ha consentito di studiare i meccanismi di separazione e di comprendere le interazioni intermolecolari coinvolte.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

DERIVATIZZAZIONE ASSISTITA DA ULTRASUONI PER L’ANALISI GC-MS DI COMPOSTI ORGANICI POLARI NEL PARTICOLATO ATMOSFERICO

di FRANCESCO MANARINI, MARA RUSSO, MARCO VISENTIN, MARIA CHIARA PIETROGRANDE

Si è sviluppato un metodo analitico che utilizza gli ultrasuoni per promuovere la reazione di derivatizzazione per l’analisi GC-MS delle molecole organiche polari presenti nel PM. Ottimizzando i parametri operativi con di-segno sperimentale si è ottenuta una procedura adatta all’analisi ambientale che utilizza condizioni più blan-de ed ecocompatibili rispetto al metodo tradizionale.

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

VALUTAZIONE DELLA BIOACCESSIBILITÀ DEI POLIFENOLI NEL RADICCHIO ROSSO (Chicorium intybus)

di CATERINA BERGANTIN, ANNALISA MAIETTI, ALBERTO CAVAZZINI, PAOLA TEDESCHI, NICOLA MARCHETTI

Il presente lavoro presenta due diversi scopi: 1) la caratterizzazione mediante analisi HPLC-MS/MS del contenuto in polifenoli di due differenti tipologie di radicchio rosso coltivate nel sud del Delta del Po (Massenzatica, FE); 2) la quantificazione nella matrice originaria di alcuni composti target selezionati con successiva valutazione della bioaccessibilità durante una simulazione del processo digestivo (fase salivare, gastrica e duodenale).

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

CISPLATIN CONJUGATE WITH CYANOCOBALAMIN: SOFT IONIZATION/HIGH RESOLUTION MASS SPECTROMETRY AS A NEW BLADE FOR ITS CHARACTERIZATION

di GIOVANNI VENTURA, COSIMA DAMIANA CALVANO, FRANCESCO PALMISANO, TOMMASO RICCARDO INNOCENZO CATALDI

Conjugate of cisplatin with cyanocobalamin (CNCbl-cisplatin) can be considered as a prodrug for Pt-based antineoplastic drug delivering to cancer cells. Using the CNCbl-cisplatin conjugate as an example, we demonstrate here that detailed molecular analysis can be obtained by either matrix-assisted laser desorption/ionization time-of-flight mass spectrometry (MALDI TOF MS) or electrospray ionization Fourier-transform MS (ESI FTMS) using an orbital trap (Orbitrap).

accesso riservato ai soci

Chimica & Analitica

IPA IN MULLUS BARBATUS: ESTRAZIONE CON QuEChERS

di EMANUELA FRAPICCINI, ANNA ANNIBALDI, MATTIA BETTI, SILVIA ILLUMINATI, MAURO MARINI, MONICA PANFILI, GIUSEPPE SCARPONI, CRISTINA TRUZZI

Scopo di questo studio è testare la tecnica di estrazione QuEChERS per la determinazione degli IPA (idrocarburi policiclici aromatici) nel filetto della triglia di fango, Mullus barbatus, del Mar Adriatico. Tale metodo di estrazione è stato applicato con successo (% di recupero 85±13,3%) risultando un’efficace alternativa ai metodi più tradizionali (MAE, microwave assisted extraction). Il benzo(a)pirene era al di sotto del LOD e pertanto, inferiore ai tenori massimi consentiti dalla legge (2 ng/g w.w., Reg CE 1881/2006).

accesso riservato ai soci

Dalla letteratura

di SILVIA CAUTERUCCIO, MONICA CIVERA

accesso riservato ai soci

La chimica allo specchio

MA L’INDUSTRIA CHIMICA È VERAMENTE PIÙ SICURA?

di CLAUDIO DELLA VOLPE

accesso riservato ai soci

Torna al Catalogo

Copyright © 2012 Società Chimica Italiana. All Rights Reserved.