slideshow 16 slideshow 1 slideshow 2 slideshow 3 slideshow 4 slideshow 5 slideshow 6 slideshow 7 slideshow 8 slideshow 0 slideshow 9 slideshow 10 slideshow 11 slideshow 12 slideshow 13 slideshow 14 slideshow 15

La Chimica & L'Industria - Mostra Rivista

Anno 2017, Numero 4
Torna al Catalogo

Per accedere ai numeri on line sfogliabili, clicca qui

 

Scarica il numero intero

accesso riservato ai soci

Sommario

accesso libero

Editoriale

COME SI PASSA DALLA RICERCA ALL’INNOVAZIONE?

di FERRUCCIO TRIFIRÒ

accesso libero

Chimica & Start up/Spin off

MICOPERI BLUE GROWTH E LE MICROALGHE: RICERCATORI DELL’ELDORADO DELLA NATURA PER UN FUTURO SOSTENIBILE

di TONIA PRINCIPE

Le microalghe sono organismi unicellulari che producono composti organici di alto valore attraverso la fotosintesi. A causa dell’incremento del fabbisogno energetico sono spesso indicate come fonte di energie rinnovabili. In realtà le microalghe sono molto di più. Micoperi Blue Growth ha sviluppato sistemi di produzione specifici per garantire biomasse microalgali in filiera controllata e certificata destinate al settore nutraceutico, farmaceutico ed agricolo che contribuiscono al contempo a ridurre la CO2 atmosferica.

accesso riservato ai soci

Chimica & Start up/Spin off

CROSSING, UNA START UP CHIMICA

di VALENTINA BEGHETTO, RICCARDO SAMIOLO

Cosa vuol dire fare start up oggi? Quali sono le difficoltà ma anche le attrattive di questo tipo di scelta? Crossing Srl è una start up chimica, con un’attività che solitamente compete alle multinazionali. Tuttavia, con un’idea forte e un modello di business intelligente si arriva lontano!

accesso riservato ai soci

Chimica & Start up/Spin off

GIOTTO BIOTECH - RITRATTO DI UNO SPIN-OFF

di MATTEO GENTILI

Giotto Biotech è uno spin-off dell’Università di Firenze attualmente incubato presso il Polo Scientifico dell’università. Dal 2011, Giotto Biotech fornisce prodotti e servizi per la ricerca, in particolare nell’ambito della Risonanza Magnetica Nucleare. Un forte comparto R&S e la partecipazione a progetti nazionali ed europei hanno permesso a Giotto Biotech di crescere e consolidarsi nel mercato.

accesso riservato ai soci

Chimica & Start up/Spin off

FARE IMPRESA DALLA RICERCA: DALLA DIVULGAZIONE… ALL’ASCOLTO

di VALENTINA MARASSI, BARBARA RODA, ANDREA ZATTONI, PIERLUIGI RESCHIGLIAN

La conoscenza accademica e l’intraprendenza del ricercatore non sono sufficienti a fare impresa. Una buona intuizione, o anche già un prodotto appetibile, non bastano per creare una azienda di successo. L’unione delle due cose, il supporto di fondi e di corsi di formazione specializzati, e l’attenzione al bisogno del mercato invece permettono a un team motivato di fondare, mantenere ed evolvere una start up innovativa. È il caso di byFlow.

accesso riservato ai soci

Chimica & Biotecnologie

ESTREMOZIMI E BIOTECNOLOGIE DEL FUTURO

di ALESSIA GIOIELLO, ILARIA FINORE, ANNARITA POLI, BARBARA NICOLAUS

Gli enzimi prodotti dai microrganismi estremofili sono in grado di espletare la loro funzione in condizioni estreme di temperature, pH, salinità, pressione ed, ancora, in presenza di solventi organici, agenti inquinanti e detergenti; tali caratteristiche ne permettono l’uso in svariati processi produttivi industriali.

accesso riservato ai soci

Chimica & Comunicazione scientifica

LA COMUNICAZIONE SCIENTIFICA IN AZIENDA

di CHIARA FRANZINI CAPPELLETTI

Nel presentare una ricerca in un contesto aziendale moderno, al chimico sono richieste capacità di comunicare in maniera che possa essere compreso da colleghi che non hanno un background scientifico e che si occupano solitamente di marketing, finanza e gestione, vendite. È necessario che egli crei un efficace ponte di comunicazione, includendo nelle sue presentazioni dei dati numerici indicanti budget e tempistiche previste, descrivendo il mercato, i rischi, il ritorno dell’investimento e tutte le fasi del progetto, non solo quelle di sviluppo del prodotto/processo.

accesso riservato ai soci

Chimica & Catalisi

INTENSIFIED FISCHER-TROPSCH SYNTHESIS BY A MONOLITHIC REACTOR

di GIULIANO PAGANI

A Fischer Tropsch monolithic reactor is simulated by a heterogeneous dispersed steady-state model; material transports are described by a film model based on Maxwell-Stefan equations. This model shows that a Fischer-Tropsch monolithic reactor can be surprisingly sensitive to some parameters; in particular, with a productivity of industrial practical interest, reactor can exhibit state multiplicity. Just very large unrealistic metallic matrix thermal conductivity can assure state unicity and stability; otherwise reactor control could be a difficult task.

accesso riservato ai soci

Chimica & Sport

LA CHIMICA NELLO SPORT - PARTE 2: NUOVI MATERIALI E ATTREZZATURE SPORTIVE

di FRANCO ALHAIQUE, ROSARIO NICOLETTI, LUIGI CAMPANELLA, ROMUALDO CAPUTO, DOMENICO MISITI, GIANFRANCO SCORRANO

I materiali utilizzati per la fabbricazione di attrezzi sportivi hanno subìto profondi mutamenti attraverso i secoli. Dalle materie prime di origine naturale, legno, spago, intestino, vescica, pelo di animali o caucciù, si è passati con il moderno sviluppo della chimica ai polimeri e ai materiali compositi ad alta tecnologia.

accesso riservato ai soci

Dalla letteratura

di SILVIA CAUTERUCCIO, MONICA CIVERA

accesso riservato ai soci

La chimica allo specchio

LE DUE STRATEGIE ANTI-GW

di CLAUDIO DELLA VOLPE

accesso riservato ai soci

Torna al Catalogo

Copyright © 2012 Società Chimica Italiana. All Rights Reserved.